News


---------------------------------------------------------------------
News: Ludwig von Mises cede il passo a Murray Newton Rothbard
Venerdi, 18 Maggio 2018
Il mercantilsmo a Clorofilla
Venerdi, 18 Maggio 2018
Nota integrativa in relazione alla chiusura dell aprocedura fallimentare di Banca popolare di Spolet
Giovedi, 17 Maggio 2018
U Professor
Giovedi, 17 Maggio 2018
Si chiude con un avanzo di casa la procedura fallimentare di Banca Popolare di Spoleto a Perugia
Martedi, 15 Maggio 2018
Recensione la libro di Camillo Ruini Intervista su Dio
Martedi, 15 Maggio 2018
Il golpe Borghese I
Lunedi, 14 Maggio 2018
All'Italia esente timbratura
Lunedi, 7 Maggio 2018
Teenagers
Lunedi, 7 Maggio 2018
Orfano di Lei
Lunedi, 7 Maggio 2018
Assiomatic Theory Assertion
Domenica, 6 Maggio 2018
---------------------------------------------------------------------

Si chiude con un avanzo di casa la procedura fallimentare di Banca Popolare di Spoleto a Perugia
Martedi, 15 Maggio 2018

 

A seguito della chiusura della procedura fallimentare   Banca Popolare di Spoleto di Via Settevalli trova la ragione interna per estinguere la seconda tranche di debiti il cui ammontare è di 4 miliardi e 800 milioni di euro a favore dei singoli creditori avendo Essa debitamente cartolarizzato le differenti forme di debito al fine della loro estinzione  in forma monetaria o satisfatoria  a seguito della risoluzione delle  transazioni giuridiche sorte per effetto della apertura della  procedura fallimentare  ad essa inerente., L’avanzo di cassa  attuale  e di 200 milioni di euro che il direttorio  della banca ha destinato a capitale sociale  al fine della costituzione di una società anonima per azioni le cui quote sono conferite su base privatistica .  Dunque   cessa il regime vincolistico tipico di tale realtà bancaria sin dal suo sorgere per trasformarsi in realtà bancaria su basi privatistiche. La società anonima per azioni è tipicamente una società di natura privata salvo considerare la triste digressione degli anni 80 in Italia dopo la esperienza delle banche pubbliche privatizzate dal governo   di Giuliano Amato negli anni 90. Tale processo di privatizzazione fu la logica conseguenza del malaffare tipico di quegli anni che videro la nomina dei vertici di tali strutture come un problema di natura tipicamente politico. Il divorzio tra Tesoro e Banca d’Italia avutosi nei primi anni 80 fu concepito proprio allo scopo di depoliticizzare la moneta. La triste secolare digressione degli anni 80 fu la conferma empirica della validità della scelta di separare la moneta dalla politica.



 
 


   
 
Home Mission News Servizi Contatti Acquisti

2008 Copyright © La Fonte Meravigliosa   

Informativa Cookies