News


---------------------------------------------------------------------
Quattro sonetti per Angelina
Venerdi, 29 Maggio 2020
20 gennaio 2020
Martedi, 28 Aprile 2020
25 Aprile 2020
Lunedi, 27 Aprile 2020
A mia Mamma Margarit
Mercoledi, 22 Aprile 2020
Documento di archivio di Fabrizio Maria Lo Monaco
Martedi, 21 Aprile 2020
Assiomatic Theory Assertion ( seconda parte)
Lunedi, 29 Luglio 2019
Agenzia Roitelle fonte road news
Mercoledi, 6 Marzo 2019
---------------------------------------------------------------------

Documento di archivio di Fabrizio Maria Lo Monaco
Martedi, 21 Aprile 2020

 Mattarella per la Giornata europea della cultura ebraica ...Lettera aperta al Presidente Giorgio Napolitano del 6 Maggio 2017

Fabrizio Maria Lo Monaco Egregio Presidente Giorgio Napolitano le chiede sommessamente se 6/7 trattamenti sanitari obbligatori per aver infranto la libertà di pensiero (la quale o esiste o no) non costituiscono una oggettiva aggressione alle istituzioni democratiche. Ammesso anche che il sottoscritto fosse un pazzo scatenato (che però non ha fatto mai torti a nessuno ingiustamente e deliberatamente) non avrebbe egli il diritto di pensare liberamente quello che pensa e non avrebbe il diritto di parola e di stampa come qualsiasi altro cittadino della Repubblica italiana. Egli si chiede in questi giorni un po' infausti per se stesso insistentemente questo quesito attraverso il quale il sottoscritto è giunto alla conclusione dell'inutilità del monopolio della salute pubblica anche quando si tratta realmente di essa e non di un tentativo malriuscito di produrla. Se il mondo si chiedesse se esiste la pazzia dovrebbe adottare necessariamente la seguente soluzione. Dovrebbe nominare un conclave di "illuminati" che disponendo del monopolio del giudizio sui i casi di pazzia sporadici o di gruppo dovrebbe anche disporre di un criterio oggettivo di giudizio in base al quale poter valutare i casi in questione. Ora a me appare evidente che il criterio oggettivo per valutare l'esistenza della pazzia è difficile da definire oggettivamente e che il monopolio dei sapienti rischia di essere assimilato a gente un po' fuori di senno come e di più dei malcapitati che essi vorrebbero giudicare e sanare. Inoltre: quale nocumento impagabile dovrebbe pagare alla libertà di pensiero un tale tipo di impostazione. Quali e quanti limiti potrebbero essere posti alla umana ragione per impedire la ricerca che è alla base del pensiero creativo e che costituisce la linfa vitale delle ahimè esangui democrazie occidentali. Inoltre se un individuo perde il senno non è causa di pazzia in quanto se un individuo è privato e deprivato della sua umana ragione e dignità oltre che del suo naturale diritto di proprietà su se stesso non è naturale che egli perda per così dire le coordinate:( punto interrogativo). Ai tempi di Bettino Craxi con cui lei ha rivaleggiato per l'intero corso della sua storia di potere i socialisti nel pentapartito solevano dire la seguente frase: "Quando ci vuole ci vuole" Mentre Rino Formica sosteneva ironicamente che la politica si era trasformata dalla politica delle stragi a quella definibile secondo il suo eloquio " Merda e sangue". La prima affermazione serviva a i socialisti per giustificare il loro interventismo di cui lei non è mai stato un simpatizzante. E tale affermazione serviva sempre ai socialisti per dimostrare che talvolta una reazione anche spropositata se è basata sulle ragioni del diritto è ammissibile anche se la sua conseguenza non è necessariamente lo scorrere del sangue di cui l'Italia ha abbondato dalla fine del miracolo economico sino agli anni di fango. Ora il sottoscritto crede che non debba andare oltre altrimenti offenderebbe la sua intelligenza di Presidente emerito della Repubblica italiana e di profondo conoscitore delle questioni rilevanti che hanno animato la vita politica italiana. Pertanto il sottoscritto Fabrizio Maria Lo Monaco fa appello alla sua lungimiranza e alla sua clemenza sperando di non averla contrariata con le sue idee un po' bizzarre ed anche se i suoi  interlocutori non sempre adottano lo stesso metodo analitico che implica un pensiero politico differente.
Ma proprio per il rispetto che egli nutre per la libertà di pensiero per la prosperità e per la pace egli (Fabrizio Maria Lo Monaco)Le pone i suoi saluti con stima sperando di non averla importunata inopportunamente.

                                                                      Morcone                  6 Aprile 2017 Documento tratto dall’archivio di Fabrizio Maria Narciso In arte

Fabrizio Maria  Lo MonacoTOP 25 QUOTES BY THOMAS SZASZ (of 125) | A-Z Quotes

 

 



 
 


   
 
Home Mission News Servizi Contatti Acquisti

2008 Copyright © La Fonte Meravigliosa   

Informativa Cookies